Articoli recenti

Prenditi cura della tua libido.

La libido non è altro che un impulso sessuale. Molte donne, sia sposate che nubili, si lamentano del suo basso livello. I problemi in camera da letto non...

Leggi di più

Di quanto sonno abbiamo bisogno?

Alcuni mammiferi, come le giraffe e gli elefanti, hanno bisogno solo di 3-4 ore di sonno per riprendersi. Purtroppo, non tutti gli animali saranno soddisfatti di una tale quantità di sonno, tra i quali c'è un essere umano. Leggi quanto tempo di sonno ha bisogno la persona media e perché la durata del sonno è così importante per la nostra salute.

Da quanto tempo non dormo per dormire?

Il nostro ciclo giornaliero si divide nella fase del sonno e nella fase di veglia. La fase di sonno dura circa 1/3 del giorno, e la fase di standby 2/3. Quindi dormiamo 1/3 della nostra vita, ma non è tempo perso. Il sonno è molto importante per il corretto funzionamento del corpo, perché grazie ad esso si riposa sia mentalmente che fisicamente. Quando dormiamo, il nostro corpo e il cervello si rigenerano, il rinnovamento cellulare, i muscoli si rilassano e la mente non è appesantita da stimoli esterni. Insomma, dormire è come un centro benessere per il nostro corpo, libero e completamente naturale. La quantità di sonno di cui abbiamo bisogno è abbastanza individuale, ma alcuni standard sono stati fissati in base alla nostra età. I ricercatori che si occupano del tema del sonno, hanno determinato il tempo di sonno ottimale in particolari anni di vita. Piu' invecchiamo, meno sonno ci serve. L'adulto medio dovrebbe dormire tra le 7 e le 9 ore al giorno. Dopo i 65 anni, la necessità di dormire diminuisce considerevolmente, così il nonno si alza molto prima del nipote adolescente. Il periodo dell'adolescenza è caratterizzato da una tempesta ormonale e da un funzionamento leggermente diverso, per cui in questo periodo si dorme anche 10 - 11 ore. Il più lungo dorme il più piccolo, i neonati 12-15 ore, e i neonati quasi tutto il giorno, 14-17 ore.

Un sonno troppo breve è un problema serio.

Le conseguenze del non dormire possono andare da quelle banali, note a tutti, a quelle a lungo termine e pericolose per la salute. Se non dormiamo bene la notte, non possiamo rimediare durante il giorno. Sete, caffè, bevande energetiche, non sono una buona soluzione al problema. Possono aiutare a breve termine, ma a lungo termine si tratta di un circolo vizioso. Abbiamo bisogno di un sonno regolare, brevi sonnellini possono disturbare il nostro ritmo notturno. Caffeina, taurina, taurina, guaranà sono sostanze presenti nel caffè o nelle bevande che ci stimolano. Sono spesso un'ancora di salvezza quando ci sentiamo stanchi e dobbiamo lavorare o viaggiare al volante. Sì, otteniamo un'iniezione di energia per un certo tempo dopo averla presa, ma dopo la fine dell'azione delle sostanze di cui sopra otterremo una seconda ondata di fatica. Che siate un cosiddetto "dormiente" o un uccello ferito, le conseguenze del non dormire per tutto sono le stesse. Irritazione, mancanza di concentrazione, ridotta motivazione ad agire, combattiamo con l'idea di come sopravvivere il giorno dopo, quando gli occhi si chiudono da soli. Tali giorni accadono, ad esempio, periodo stressante sul lavoro, spiacevole situazione casuale o altri problemi che suscitano molte emozioni. Tuttavia, è importante quanto durano i disturbi del sonno. Se il problema ci è noto da più di un mese, dovremmo indagare la nostra situazione clinica e parlarne con il vostro medico.

Niente sonno e altre malattie

Difficoltà ad addormentarsi, insonnia o scarsa qualità del sonno possono essere correlate ad altre malattie. Se la durata del sonno è più breve del necessario, possiamo contrarre la malattia:

  • Disturbi mentali come depressione e ansia;
  • Disturbi del sistema immunitario, prendiamo il raffreddore più spesso, la nostra immunità è ridotta;
  • Il deterioramento della memoria che contribuisce allo sviluppo del morbo di Alzheimer;
  • Aumentare il rischio di malattie cardiache, infiammazioni intestinali e problemi metabolici;
  • Diminuzione del desiderio sessuale e diminuzione della libido;
  • Mal di testa ed emicrania;
  • Ipertensione.